Blackbeat

[Village Stage – Martedì 14 Agosto]

Dietro il nome Blackbeat si celano i nomi di Scar, Giorgio Ricci e Massimiliano Griggio, nomi legati a progetti come First Black Pope, Templebeat, Frutteti Riarsi, Monosonik, Ran.

Collaborazioni personali con Lassigue Bendthaus, Helayn Flower, Tying Tiffany, Death SS, Swamp Terrrorist, Unter Null e altri ancora fino ad arrivare a Wumpuscut e Suicide Commando che hanno voluto inserire un remix di Scar nel loro ultimo cd.

“Blackbeat è un progetto che mette da parte i riti sacrificali di First Black Pope e le atmosfere gelide e taglienti di Monosonik per dare spazio ad una ricerca sonora e multimediale che spazia dal noise all’ambient senza rinunciare a melodie vagamente pop.”

L’elettronica resta sempre la chiave di lettura del suono  Blackbeat ma svincolati dalle macchine il trio alterna contrabbasso, synths, percussioni, bass line a dimostrare una capacità tecnica acquisita in 20 anni di incessante attività spesso concedendosi dei larghi margini di improvvisazione  su pattern prestabiliti.

 

 

La nostra e’ carne fresca, prodotta al momento e solo li, nel momento della performance. Ci teniamo ad avere un rapporto di fiducia con la nostra clientela che non accetterebbe mai un prodotto preconfezionato. Ogni volta un taglio diverso, ogni volta un assaggio azzardato, ogni volta un sapore sconosciuto ed ogni volta unica.Non ci interessa confezionare le nostre emozioni e farle diventare un prodotto da supermarket, la nostra “carne” la trovi solo…fresca e appena tagliata…da noi stessi.